+39 (338) 3113790 info@ninosurguladze.com

Backstage Opéra Royal de Wallonie-Liège

Nino Surguladze in Lieges as Amneris

#amneris #nofilter #backstage #ninosurguladze #maleficent [caption id="attachment_2914" align="alignnone" width="683"] Opera Royal de Wallonie - Nino Surguladze - Anmeris[/caption] [caption id="attachment_2909" align="alignnone" width="1080"] Nino Surguladze - Aida - Opera Royal de Wallonie[/caption] [caption id="attachment_2918" align="alignnone" width="721"] Nino Surguladze in Lieges as Amneris[/caption] [caption id="attachment_2919" align="alignnone" width="735"] Nino Surguladze in Lieges as Amneris[/caption] [caption id="attachment_2920" align="alignnone" width="699"] Nino Surguladze in Lieges as Amneris[/caption]

See More

With wonderful Robert (Bob) Wilson

Nino Surguladze with Bob Wilson in Bologna

With wonderful Robert (Bob) Wilson after my Debut in Azucena “Il Trovatore” which opened the season in Bologna Opera House Photo: Marco Impallomen [caption id="attachment_2892" align="alignnone" width="640"] Nino Surguladze with Bob Wilson in Bologna[/caption]

See More

Diário de Jorge Coli no Festival Verdi de Parma

Il Travatore - Stage - Parma 2018

Último espetáculo. Uma formidável obra-prima, poderosa, atual, que é Attila; ópera de Giuseppe Verdi bastante ignorada, porém. Verdi investiu nela contra a tirania e criou um de seus raros personagens femininos capazes de vencer a opressão injusta dos homens. Odabella é realmente poderosa, à altura do Attila monstruoso, que ela termina por degolar. le-trouvere Nino Surguladze, mezzo soprano nascida na Georgia, com um timbre suntuoso, profundo, excelente atriz, soube encarnar a mais comovente das Azucenas. Ouça-a aqui numa ária de Samson...

See More

LE TROUVÈRE, GIUSEPPE VERDI – TEATRO FARNESE DI PARMA PER IL FESTIVAL VERDI

Nino Surguladze - Il Travatore - Parma 2018

Edizione critica a cura di David Lawton eseguita in prima assoluta. Nel catalogo Verdiano, le Trouvère si colloca come un ibrido a metà strada tra il rifacimento di un precedente lavoro e una semplice traduzione in francese di un’opera in Italiano già eseguita. Nino Surguladze, a dispetto di un volume vocale non eccezionale, è una Azucena infuocata nel canto, raffinatissima interprete di una parte che corre in tutto il registro con sicurezza e spavalderia, forse più a suo agio nella...

See More

Festival Verdi impressioni d’un cronista

LogoADM

L’omogeneità del timbro, la regalità dell’emissione e la ieraticità plastica del personaggio come disegnato dalla regia, hanno reso il personaggio di Azucena la bohémienne, un’altra perla in questo giardino di ghiaccio; il mezzosoprano Nino Surguladze ne è stata l’incarnazione ed ha saputo trarre vantaggio dalla plasticità del personaggio sfruttando appieno le doti canore in cui domina una uguaglianza sonora in tutta l’estensione e dove gli acuti trovano una naturale proiezione senza mai essere pesanti o stridenti, ma appoggiano su un tappeto di morbida...

See More